CeCo logo

A causa del protrarsi della forzata inattività e chiusura della nostra sede, desideriamo tenere vivo il rapporto con tutti, soci e frequentatori, tramite articoli, video o musica che possano suscitare riflessioni e scambio di esperienze tra di noi.

I soli soci, accedendo all'area riservata, visualizzeranno sotto a ciascun contributo un riquadro in cui potranno scrivere un riscontro e leggere quelli degli altri.

alberosospeso

Cari soci e amici,

in questo periodo di forzata lontananza e inattività al Centro sento il bisogno di inviarvi un messaggio di saluto e un abbraccio virtuale che ci tenga uniti nella prova, per tanti di noi vissuta in solitudine nelle proprie case. 

Come alcuni di voi sapranno, F. ed io siamo stati in Vietnam dal 14 febbraio all’8 marzo e abbiamo vissuto esperienze uniche di incontro con una cultura completamente diversa dalla nostra, con persone naturalmente portate al sorriso e alla gentilezza, con un vissuto di storia relativamente recente di guerre e oppressioni, con una religiosità diffusa che porta a vedere il sacro in
tutte le manifestazioni della natura e degli animali, con una natura rigogliosa e selvaggia e allo stesso tempo addomesticata dall’uomo in coltivazioni di risaie a perdita d’occhio, in giardini estremamente curati con piante e fiori e bonsai....

In contrasto con la nostra difficoltà ad accettare albero_sospesoil caos incredibile di traffico e inquinamento nelle città, edilizia fuori controllo, vita di strada tra mercati, cucina all’aperto, cibo venduto e consumato quasi per terra. Un bel allenamento di accettazione del diverso da noi.
Un giorno dopo una camminata in montagna in un villaggio sperduto del Nord dove credo non avessero mai incontrato degli italiani, la guida ci porta a vedere un particolare albero ai margini di questo villaggio.
Ci troviamo di fronte a tre alberi immensi, altissimi...con una particolarità: uno dei tre aveva il tronco quasi completamente spezzato a circa due-metri dalla base.
Rimaneva un sottile collegamento con la parte superiore che si era appoggiata agli altri due alberi. I rami dell’albero spezzato hanno proseguito il loro ciclo vitale
intrecciandosi ai rami degli altri due, risultando pieni di foglie verdi e creando una
chioma immensa tutti e tre insieme.

Il rimando di questa immagine è stato molto forte: un esempio di cooperazione
e mutuo aiuto in un momento di difficoltà.
In questo periodo così grave per la nostra comunità umana, impariamo dagli
alberi a sostenerci a vicenda.
Vi allego una fotografia di questi alberi, guardandola teniamoci uniti col cuore e
con la mente.
Un forte abbraccio a tutti
A.F.

 


Riscontri


  • Grazie infinite per questo invio così significativo quanto il momento che stiamo
    vivendo: che sia di augurio per tutti!
  • A tutti gli amici e ai soci, grazie di cuore per i sentimenti che condivido pienamente.
  • Buongiorno A., grazie per le tue parole di sostegno e di speranza. Ti abbraccio
  • Che meraviglia A.,
    e grazie delle tue belle parole, un balsamo in questo periodo. Grazie davvero e un forte intreccio... ops, abbraccio a te e a F.
  • Cara A.,
    grazie, di cuore, per le tue parole, che entrano nel cuore.
    E grazie per l’esperienza e l’immagine, portentosa, degli alberi. Incredibili e meravigliosi.
    Un abbraccio a te e a F. e un caro saluto a tutti
  • Grazie cara A. del tuo bellissimo e coinvolgente "réportage" dal Vietnam, abbiamo tanto ma tanto da imparare da altri popoli e altre culture, prima di tutto il sorriso; noi europei così sempre seri e chiusi in noi stessi, almeno a giudicare dalle facce che si vedono in giro... e tantissimo abbiamo da imparare dal mondo vegetale, dove la cooperazione è la regola, come ci ricorda Stefano Mancuso.
    L'immagine che ci hai mandato mi tocca profondamente, è insieme un esempio cui guardare e un auspicio perché usciamo da questo difficile momento con un senso rinnovato della Vita, che almeno possa serve a questo!
    Un caro saluto a te e a tutti gli amici
  • Mi associo ai sentimenti espressi.
    Aggiungo, se capisco bene le indicazioni dei medici, che la fiducia, la pazienza, la solarità oggi sono la risposta più produttiva, anche a livello immunitario, a questo nostro momento di vita collettiva.
    Quindi la mia medicina della giornata è questo albero.
    Ringrazio i "farmacisti" A. e F., del servizio a domicilio.
    Un caloroso "a presto" a tutti i soci e gli amici
  • L'immagine del grande abbraccio tra gli alberi è tanto potente quanto rigenerante, in un periodo in cui ogni gesto, ogni dono, contribuisce in modo determinante a rendere meno pesante il nostro vivere in isolamento.
    Grazie di cuore, A. e F., per aver condiviso con tutti questa esperienza meravigliosa.
    Un abbraccio
  • Grazie A. ...
    la condivisione delle tue riflessioni e l’immagine degli alberi nel loro mutuo soccorso, mi toccano profondamente anche fisicamente. Mi immagino ora, che siamo in queste condizioni precarie, sorretta nel grande abbraccio di tutti noi.
    Con affetto buona giornata a tutti. 
  • Dovremo avere lucida memoria, quando sarà finito, dell'esperienza vissuta.
    Dovremo inevitabilmente sentirci intrecciati come gli alberi, in una nuova sintesi di affermazione di sé (yang) e comunione (yin), forse solo così avremo il senso di questa prova.
    Grazie per le parole e l'immagine e buona resistenza.
  • Cara A., un messaggio bellissimo quello che ci doni: se una via è sbarrata se ne può aprire un’altra, se una forma deve essere abbandonata se ne possono creare altre prima impensabili, se la lontananza diventa vicinanza il contatto crea nuova realtà. In questo momento, non potevi regalarci un’immagine più significativa.
  • Grazie!
  • Grazie per questa immagine tenera e commovente.
  • Cara A.,
    grazie della bella testimonianza.
    La fotografia della pianta che si rifiuta di morire e si aggrappa a una più grande e questa che la sostiene e insieme tutte e tre crescono ... è meravigliosa!
    Io ho sempre considerato la nostra RICERCA uno dei regali più belli della mia vita.
    A presto, ci rivedremo con gioia, tutti.
  • Bisogna aver l’occhio dell’anima ben vigilante per cogliere questo simbolo eterno.
    Un abbraccio.
  • Grazie, A..
    In questo momento tutti abbiamo bisogno di ascoltare storie come quella che ci hai raccontato.
    Un saluto a tutti gli amici del Ce. Co. di Milano.
  • Cari A. e F., che immagini potenti! Ne abbiamo veramente bisogno; ricordiamole e teniamole nel cuore anche quando questo brutto periodo sarà passato.

Accedi per lasciare un riscontro ai contributi.

Accedi per lasciare un riscontro ai contributi.