Centro  Coscienza 

Le bambole di Steiner non sono un’invenzione dell’antroposofia (la bambola di pezza o di stracci è sempre esistita, prima ancora delle bambole di porcellana dei bambini fortunati) ma Steiner inquadra il processo di costruzione delle bambole come la riconnessione ad un livello di coscienza ancora aperto alla bellezza, alla fantasia, agli elementi naturali.

La bambola che ogni partecipante costruirà, a partire da un piccolo nucleo, con materiali biologici, con particolari accorgimenti e in più giornate è un tempo di attesa, vissuto con un atteggiamento di fervore creativo ma anche di concentrazione e presenza.

Il ciclo di sei incontri si svolgerà alla domenica pomeriggio in giornate non continuative a partire dal 24 febbraio.